Gli eventi

Gli eventi

Gli eventi

Ciò che è avvenuto e ciò che potrà avvenire

PROGRAMMA E FOTOGALLERY GRANI FUTURI 2019

Grani Futuri, per divulgare la cultura del pane, si fa periodicamente promotore di eventi e di incontri, anche in collaborazione con importanti protagonisti del settore di riferimento.

Momenti che costituiscono opportunità di dialogo e di confronto all’interno di comunità professionali, ma soprattutto umane.
Ognuno nella propria comunità è un seme, un chicco, un grano futuro da raccontare e da vivere.

Ecco quindi il messaggio di Grani Futuri, che si fa universale e che parte dal racconto locale per farsi lingua condivisa e diffusa.
Grani Futuri è, inoltre, spesso ospite di manifestazioni e di tavoli di discussione che diventano occasioni in cui portare idee, novità, esperienze. In cui portare progetti.

2017, la realizzazione del primo evento di Grani Futuri: un grande palco illuminato sul quale si sono incontrati, e dove, insieme, hanno lavorato i Fornai e gli Chef.
Un grande palcoscenico da cui dimostrare, in particolare al territorio, che si poteva credere ad una controtendenza: in un paese che si spopola per cercare qualità altrove, proprio quell’altrove invitarlo ed ospitarlo, e fare di quell’altrove occasione di dialogo e di confronto creando una emozione condivisa.
È nella prima edizione di Grani Futuri che Antonio Cera, Fornaio, e il dottor Gianpiero Di Tullio, ideatore della medicina sistemica, costruiscono un vocabolario nuovo per il mondo del pane attraverso il MANIFESTO FUTURISTA DEL PANE, il primo seme della rivoluzione del pane.
Undici punti nel Manifesto, undici riflessioni, una per ogni fase della filiera del Pane, dalla coltura dei terreni alla conservazione. Undici buone pratiche per il Pane Buono.

2018, la seconda edizione ha invertito la prospettiva, trasferendo quel palcoscenico sui ciottoli delle strade, sui gradini, in ogni vicolo.
Dando visibilità e luce al racconto della gente, partendo proprio da un’idea di “squadra diffusa” che parte dal paese e che al paese parla, con il linguaggio della gente.
È stata l’edizione del dialogo sulla sostenibilità e del confronto con il territorio, nell'idea di Sustinere che ha fatto da filo rosso, dai microeventi fino al convegno.

Ed è così che, sui tratturi di Grani Futuri, arriviamo alla terza edizione, nel 2019, ed al percorso che faremo negli anni a venire, con una meravigliosa galleria di volti e di voci.
Con tanti messaggi, tanti piccoli semi che in questi anni hanno trovato terre fertili e fresche piogge.
Ed è così che quello che era il sogno di un Fornaio ha intrapreso un lungo viaggio, in lungo e in largo per terre nuove, ed ha preso per mano via via altri sognatori: fornai, chef, produttori, manager, contadini, imprenditori, giornalisti…
Tutti insieme, per mano, in un nuovo girotondo in cui mettere il pane al centro e farne nuovo fulcro, al di là dell’idea stessa di pane come prodotto ma, finalmente, come metafora e simbolo della vita stessa.
Ecco “Panenutrice”, che vuole essere per noi tavolo di confronto.
È possibile portare questa idea di pane nei singoli snodi della filiera?
È possibile questo pane di domani?
È possibile questa nuova idea di bellezza?